Proceno

È il comune più a nord di tutta la regione Lazio al confine con la Toscana. Proceno che conta circa 600 abitanti dista da Viterbo 60 chilometri e circa 25 dalle sponde nord del Lago di Bolsena. Il piccolo comune ha subito un forte spopolamento negli ultimi decenni ma immerso nel verde e collocato in una posizione panoramica che permette di avvistare dal Monte Amiata alla campagna Toscana mantiene immutato il suo fascino. Il paese è famoso per la produzione dell’aglio rosso di Proceno, coltivato già nell’antichità.

Un po’ di storia.
Di origine etrusca Proceno secondo una leggenda fu fondato da Porsenna e nella sua storia ha sempre dovuto fare i conti con gli invasori, il passaggio della Via Cassia favoriva non solo gli scambi culturali e di merci ma anche gli attacchi. Così la popolazione si accinse presto ad un’ampia opera di fortificazione muraria che, in ogni caso, non bastò a tenere a freno le mire espansionistiche di Federico Barbarossa. Negli anni successivi Proceno fu comandata da Orvieto e fu poi governato da varie signorie, tra le quali la più importante fu quella degli Sforza.

Cosa vedere
Tra i monumenti spicca La Rocca, a forma rettangolare con tre torri, eretta intorno all’anno 1000 da Gregorio V e la Chiesa di San Martino (dei Francescani) in stile gotico. Nel nucleo più antico del paese si possono osservare inoltre diversi edifici medievali e rinascimentali come Palazzo Sforza

Eventi principali
Uno degli eventi principali è la Sagra della Bruschetta-Festa dell’aglio rosso che si svolge in Agosto.