Piansano

Nel cuore della Tuscia laziale

Un altro piccolo borgo del comprensorio del Lago di Bolsena è Piansano. Questo paese situato nel cuore dell’alto Lazio conta oggi circa 1900 residenti. Il comune si trova a sud ovest rispetto al Lago, poco distante da Marta e Capodimonte. Il paese ha subito negli ultimi decenni un costante spopolamento ma conserva comunque tratti caratteristici.

Un po ‘di storia
Le origini del paese risalgono all’epoca etrusca quando esisteva nella zona un insediamento urbano denominato Maternum. Si trovava in una posizione strategica in quanto collegato, grazie alla via Clodia con l’allora importante città di Tuscania.
Anche nel Medioevo Tuscania costituiva per Piansano un punto di riferimento in quanto, durante le contese tra le potenti famiglie locali e la Chiesa, ne aveva preso più volte le difese. Nel XVII secolo Piansano passò definitivamente sotto il dominio della Santa Sede e subì il medesimo destino di altri territori della zona, dati in affitto come feudi a vari signori, fino a finire alla fine del 1800 all’asta aggiudicata dal Monte dei Paschi di Siena. 
Nel 1909 la banca toscana lo mise in vendita e fu acquistato da più acquirenti. Dopo la fine della Grande Guerra, il feudo, diviso in più proprietari, fu espropriato dall’Opera nazionale combattenti che l’assegnò ai reduci della Guerra.

Cosa vedere
Il paese è suddiviso in piccoli quartieri. Dal punto di vista attrattivo quello principale è sicuramente il centro storico detto La Rocca dove si trova anche una chiesa del 1500. 

Eventi principali
Le festività più importanti del paese sono la  Madonna del Rosario  che si svolge la prima domenica di ottobre e San Bernardino , che è il patrono e che si svolge il 20 maggio .